07
Apr-2013

Playa del Carmen..arrivo!

Lasciate le rovine di Tulum alle nostre spalle, ci incamminiamo verso Spiaggia Paradiso.

I tassisti, fuori dal sito archeologico, ci offrono di portarci fin lì per pochi pesos. La distanza è irrisoria, a occhio e credo un kilometro circa, che decidiamo di farla a piedi. Le persone sulla spiaggia si possono contare sulla punta delle dita su questa distesa bianca e infinita, e le palme sembrano piegarsi alla furia del vento. Da bravi temerari ci fermiamo comunque all’unico chiosco che riusciamo a trovare, giusto il tempo di una birra al gusto di sabbia e qualche nachos e guacamole. Percorriamo la strada inversa per tornare al parcheggio, questa volta evitando il passaggio attraverso il mercato delle chincaglierie, perche’ e’ fortunatamente chiuso.

Rimontati sulla nostra “Ferrari”, si riprende la strada verso Playa del Carmen, dove ci aspettano Severino e Irene. Dopo giorni di discorsi sui miei amici sardi trasferiti in Messico, Gianluca ha un flashback e mi dice: “Ma vuoi vedere che io questo Severino lo conosco già?”

Una breve descrizione e capisco subito che stiamo parlando della stessa persona. Insomma, per farla breve, si erano incontrati mesi prima quando Gianluca cercava casa e un amico in comune li aveva presentati. Proprio vero quando si dice che il mondo è piccolo!

Ho sentito tanto parlare di Playa del Carmen che non vedo l’ora di arrivarci. Tutte le persone che conosco che ci sono state, sono tornate innamorate di questa località, altre sono tornate a casa, hanno fatto i bagagli e ci sono andate a vivere, altre sono ancora a casa ma sperano di poterci tornare presto. Ho come l’impressione che il mio sogno americano includa pure il Messico!

Non so sinceramente cosa aspettarmi.

Avevo immaginato Cancún completamente diversa da quella che poi è la realtà che preferisco non crearmi nessuna aspettativa per quanto riguarda Playa.

Nel momento in cui ci addentriamo nelle strade che portano al centro, comincio a capire perché tanti la preferiscono a Cancún.

Qui è tutto molto piu accentrato e di primo acchito mi sembra molto piu alla mia portata: le strade sono affollate e bene illuminate e le vie piene di negozi di ogni genere.

Per me poi, abituata ad avere tutto a portata di mano a New York, anche solo il pensiero di potermi muovere a piedi è un punto a favore.

Chiamo il mio amico sul cellulare.

“Chi è?”

“E chi vuoi che sia? Vieni ad aprire che siamo davanti al portone di casa tua!”.

Lo trovo proprio bene Severino: abbronzato, rilassato, felice. Entriamo in casa e saluto Irene, che non vedevo da qualche anno.

Lei addirittura sembra abbia perso vent’anni e sia tornata ragazzina.

Vuoi vedere che l’aria del Messico fa davvero bene allo spirito e al corpo?

 Ci facciamo quattro chiacchiere sui tempi andati, sul presente e su quello che sarà o potrebbe essere il futuro.

Accettiamo volentieri l’invito di trascorrere la notte lì e ovviamente non rifiutiamo l’offerta di una cena cucinata da Severino, poiché lui è uno chef di professione. Dopo esserci riempiti la pancia per bene, andiamo a fare una passeggiata sulla Quinta Avenida, la strada più famosa della citta.

“Mari, devi vedere quel che succede qui fra qualche ora” Mi dicono i miei amici.

“Hai presente la festa di Sant’Antioco a Senorbi durante il periodo di gloria?”.

 Mi viene da ridere che quasi soffoco. La festa di cui sopra è una sagra paesana che si svolge nel nostro paese i primi giorni di agosto.Quando eravamo ragazzini noi, durante la notte la piazza e la strada principale erano talmente affollate che si aveva difficolta a camminare.Negli anni l’entusiasmo è andato scemando ecco perciò il riferimento agli “anni di gloria”.

La Quinta Avenida è piena di locali e di attività di ogni genere.Ristoranti, pizzerie, bar e discoteche da una parte e negozi di ogni genere, da quello dei souvenir alle firme più prestigiose della moda internazionale, dall’altra.

Si, ho come l’impressione di poter vivere qui.Playa del Carmen ha ancora da passare il test delle spiagge. Quando si tratta di questo, sono una pignola di prima categoria, abituata come sono al mare di Sardegna. Ma questo non potrò dirlo fino a domani, quando avrò qualche ora a disposizione per andare a vedere con i miei occhi questa meraviglia di cui tanti mi hanno parlato.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

0

 "Mi piace" / 0 Commenti
Condividi questo articolo:
Loading Facebook Comments ...

Archivio

> <
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec