30
Apr-2013

Arizona – il Grand Canyon e Tucson

Abbiamo ancora diverse ore di viaggio da fare prima di arrivare a Tucson in Arizona, dove resteremo per alcuni giorni. Siamo partiti all’alba da Ogdane e presto lasciamo lo Utah alle spalle. Facciamo giusto una sosta al confine, per immortalare i cartelli e il momento in cui cambiamo ufficialmente stato.

“Ma vedremo anche il Grand Canyon?”

La mia geografia a questo punto comincia a fare acqua e cosi il mio senso dell’orientamento. Non ho la più pallida idea di dove siamo e di ciò che abbiamo intorno. “No, non passiamo da li” Ah beh, allora mi appisolo per qualche istante.  I viaggi in macchina percorrendo distanze cosi lunghe non sono molto eccitanti, almeno fino a quando non si arriva alla meta. A questo punto della mia vita non ho ancora scoperto la passione per la fotografia perciò non ho con me nessuna attrezzatura e comunque sia i soggetti dalla macchina in movimento non sono mai stati il mio forte. “Maria (cosi mi chiama la mia famiglia americana), guarda un po’ fuori!” Devo avere dormito per alcune ore. Il paesaggio intorno a me è passato dall’essere montuoso e innevato a un colore rossiccio che a malapena riesco a intravedere attraverso gli occhi ancora incollati dal sonno. Anche le temperature sono cambiate tant’e’ che sento l’aria condizionata soffiarmi addosso dalle bocchette laterali della macchina. Riesco finalmente a mettere a fuoco l’immagine del paesaggio intorno a me e sento il mio cuore fare un tuffo. Mi ritrovo in mezzo a un ponte che attraversa un fiume sotto di noi, parecchio sotto di noi, incanalato tra pareti altissime. Il gommone in acqua sembra lontanissimo, un puntino appena visibile in questa immensità. Penso che questa sia il luogo più impressionante che io abbia visitato finora e l’emozione che provo nel trovarmi al suo cospetto supera ogni aspettativa. Nessuna foto vista finora rende giustizia alla bellezza del Grand Canyon e non scorderò mai questo l’istante in cui mi sono resa conto di essere effettivamente li.

E’ proprio vero che l’America ha mille sfaccettature, cambia in continuazione e continua a sorprendermi ogni volta che mi sposto da un luogo all’altro. Cominciamo a spogliarci dei nostri vestiti invernali con tutta la gioia che questo comporta. Una volta arrivati a Tucson, mi rendo conto che la vicinanza col Messico ha influenzato molti aspetti di questa città, soprattutto da un punto di vista architettonico. Se escludiamo i grattacieli di downtown, il resto delle case sono basse, colorate e decisamente spagnoleggianti. Noi saremo ospiti in un ranch fuori citta’ presso un amico carissimo di Dennis. Una delle attrazioni qui è il Saguaro National Park, una distesa enorme di cactus, e che cactus!!!!! Sono enormi e dalle forme più svariate e più volte devo fermare le bambine che incuriosite vogliono assolutamente toccarli. Peccato che non ci sia il mare qui vicino; considerata la temperatura quasi estiva, ha tutte le potenzialità per rientrare tra i posti perfetti in cui vivere!

0

 "Mi piace" / 0 Commenti
Condividi questo articolo:
Loading Facebook Comments ...

Archivio

> <
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec