About Me

My name is Maria Grazia Basciu and I was born and raised in Sardinia, the second largest island in the Mediterranean Sea. I come from a small town, Senorbi, about forty kilometers from Cagliari, the main city and regional capital. I moved to the States in 1995 because I dreamt of my American dream since childhood, when finally I decided to cross the ocean. At first I lived in Spokane, Washington, then I moved to Seattle and in November of 1997 my job took me to New York, where I’m currently living. Some people called me “courageous” for changing my life so drastically. I like to think it was fear that moved me, since I was afraid of living a life that did not belong to me.  I ’ve always showed passion for traveling and innate curiosity for different cultures and different places and most likely I’ve inherited this feature from my dad. I absolutely love my family, which has always supported me in my decisions, even when they seemed crazy at the time, like leaving my job after so many years and dedicate myself to traveling the world and sharing my experiences in this blog.

“Dare to dream”, as you need to do so and try to make sure you dreams come true. We only have one life to live.

I want to thank mom Margherita, the most beautiful flower in my life (Margherita means “daisy” in Italian).

I want to thank my sister Paola, because she’s always there when I need her.

I want to thank my brother Eugenio, because I know he loves me to death, even if he’s not good at showing it.

And finally, I want to thank my dad, Renato. He’s not longer here with us but I know he’s looking over me. I can almost see him talking to his traveling companions full of pride, like he did when he was alive, and he’s telling them: “That’s my daughter!”

We know that is not the destination that counts but how you get there, therefore I wish everybody a wonderful journey. I hope the stories and the images in this blog are somehow useful to make you explore new worlds, even if just with your imagination.

Foto pagina about me

Mi chiamo Maria Grazia Basciu e sono nata e cresciuta in Sardegna, la seconda isola per estensione nel Mediterraneo. Vengo da un piccolo paese di provincia, Senorbi, a 40 km da Cagliari, la citta’ principale e capoluogo di regione. Nel 1995 mi sono trasferita negli Stati Uniti perché sin da bambina sognavo l’America e ho deciso di fare il grande passo e attraversare l’oceano. Inizialmente ho vissuto a Spokane nello stato di Washington, in seguito a Seattle e nel novembre del 1997 il mio lavoro mi ha portato a New York, dove attualmente risiedo. Alcune persone mi hanno definito “coraggiosa” per avere portato un cosi drastico cambiamento alla mia vita. Io rispondo che non è stato il coraggio a farmi fare questa scelta, quanto piuttosto la paura di vivere una vita che non mi apparteneva. Ho sempre avuto la passione dei viaggi e una curiosità innata per culture e luoghi diversi, cosa che ho probabilmente ereditato da mio padre. Adoro la mia famiglia, che mi ha sempre supportato nelle mie decisioni, anche quelle che potevano sembrare una follia, come quella di lasciare il mio lavoro e dedicarmi ai viaggi e alla condivisione delle mie esperienze in questo blog.

“Dare to dream”, ossia abbi il coraggio di sognare e soprattutto cerca di realizzare quelli che sono i tuoi sogni. La vita è una e va vissuta.

Un grazie perciò a mia madre Margherita, il fiore più bello della mia vita.

Un grazie a mia sorella Paola, perché’ c’è sempre quando ho bisogno di lei.

Un grazie a mio fratello Eugenio, perché nonostante il suo modo brusco di dimostrarlo, so che mi vuole un bene infinito.

Grazie a tutti coloro che mi hanno ispirato con le loro storie e che mi hanno fatto trovare il coraggio di prendere questa decisione.

Ed infine grazie al mio papà, Renato, che non è più qui con noi, ma che so che mi guarda e mi protegge dall’alto. Ed è come se lo vedessi, parlare con i suoi compagni di viaggio e pieno di orgoglio, come ha sempre fatto anche quando era in vita, e sta dicendo loro: “Quella è mia figlia”.

Si sa bene che non è la destinazione che conta, ma la strada per arrivarci, per cui auguro a tutti un buon viaggio. Spero che i racconti e le immagini di questo blog possano in qualche modo aiutarvi a esplorare nuovi mondi, anche se solo con l’immaginazione.